"La mia idea di stadio si rifà all'agorà, un luogo di aggregazione e di cultura. Una condivisione comune di un grande spazio per riceverne piacere e benessere, che va oltre la partita. La partita dura due ore, ma queste strutture potrebbero vivere ogni giorno, per tutto l'anno".

Gino Zavanella